IL PORTO DI

SAINT-TROPEZ

Scoprite il Porto di Saint-Tropez

Con una capacità di 734 posti barca divisi in due bacini e una superficie totale di 9 ettari in pieno centro, il porto di Saint-Tropez è diventato uno degli scali piu’ importanti di tutto il Mediterraneo, grazie inoltre all’altissima qualità dei suoi servizi.

Luogo di incontro internazionale per i piu’ importanti capitani d’industria, un polo di attrazione incomparabile, località perfetta per grandi avvenimenti mondani, destinazione faro per le imbarcazioni di crocera, punto d’importante impatto economico, il porto di Saint-Tropez ha saputo conservare tutta la sua ricchezza sociale e culturale.

Ogni giorno quaranta persone si occupano di accogliere i nostri clienti a terra e sull’acqua, della gestione dei posti barca, della sicurezza delle persone, della gestione finanziaria, giuridica e amministrativa, del rispetto dell’ambiente, della pulizia della zona portuaria ed infine della manutenzione delle sue attrezzature e degli strumenti tecnici.

I nostri club

Saint-Tropez Lounge Club

Carta VIP

Dal 1999 il porto di Saint Tropez è lieto di proporre ai propri clienti la  Carta VIP.
Questa Carta VIP offre ai suoi titolari diversi servizi :

Servizi della Carta VIP
    • Possibilità di prenotare 6 giorni in luglio e agosto ( 2 volte tre giorni o 3 volte due giorni) secondo la disponibilità
    • La Carta VIP in oro 18 carati a nome della barca o dell’armatore
    • 5 interventi del sommozzatore inclusi
    • Accesso al nuovo club privato della Capitaneria, il Saint-Tropez Lounge Club
    • Accesso illimitato a internet nell’area business della Capitaneria
    • Carte di accesso per il parcheggio del nuovo porto e della diga
    • Parcheggio gratuito nella zona Capitaneria (secondo la disponibilità)

La carta VIP è in oro 18 kt. può essere incisa con il nome della barca o dell’armatore.

Per ulteriori informazioni sulla CARTA VIP, rivolgersi alla Capitaneria

STORIA

il porto, il cuore della città

Il porto di Saint-Tropez è considerato da sempre come il cuore della città. Durante i secoli scorsi ha sempre goduto di una ottima fama in tutto il Mediterraneo e cio’ in diversi campi : come porto di pesca, di commercio, come scalo di crocere e infine come approdo di pionieri e di esperti navigatori.

E’ nel 1470, al tempo del governatore Raphaël de Gareggio, che comincia lo sviluppo del villaggio intorno al porto. La piccolo baia di acqua dolce ai piedi del paese diventa allora un porto di pesca e di transito di merci e sarà progressivamente modificato e migliorato per diventare il luogo mitico che conosciamo oggi.

La rinascita e lo sviluppo del villaggio é strettamente legata a quella del porto, centro di attività economica. Le barche d’epoca imbarcavano i prodotti locali per trasportarli verso altri lidi e i pescherecci riempivano le cale.

Molti navigatori e comandanti famosi in tutto il mondo sono originari di Saint-Tropez e i loro nomi resteranno nella storia della marina e della vela.

L’antica scuola nautica accolse numerosi marinai dal 1794 al 1914. Alla fine del XVIII secolo Saint-Tropez possiede la terza flotta francese nel Mediterraneo, dopo Marsiglia e La Ciotat. Alla stessa epoca, fiorirono a Saint-Tropez i cantieri navali Bori, Anrigou e Sevoule, che costruirono dei velieri prestigiosi come il Luminy nel 1836 e il tre alberi La Reine des Anges per la Marina Mercantile nel 1860.

 

 

  • Il porto vecchio : il centro delle attività marittime del villaggio da oramai cinque secoli fu chiamato cosi’ per la prima volta nel 1965. Iscritto nel patrimonio nazionale, il vecchio porto fu distrutto durante la seconda guerra mondiale e riconstruito in maniera identica con l’aggiunta del bacino del porto nuovo.
  • Il molo del Portalet : costruito verso la fine del XV secolo, sarà in seguito modificato e soprattutto prolungato. Il primo faro fu posato nel 1869.
  • Il porto nuovo, o Bacino Jean Lescudier, fu costruito in conseguenza dello sviluppo del villaggio. Il sindaco Louis Fabre fa votare il progetto nel 1963. Ma é un altro sindaco, Jean Lescudier che da inizio ai lavori nel 1965. La Marina si estende su circa 5 ettari e puo’ accogliere imbarcazioni fino a 21 metri. Nel 2009 prendera  definitivamente il nome di « Jean Lescudier ».
  • La Torre Saint-Elme fu costruita nel 1637 per protegger l’entrata del porto e demolita nel 1862. Sarà in seguito riconstruita e gemellata con la Torre del Portalet. Diventerà la Capitaneria nel 1991.

IL MITO DI SAINT-TROPEZ

Le diverse attività del villaggio di Saint-Tropez sono focalizzate sul porto e sul mare. Fu via mare che arrivo’ il santo patrono, dal quale il paese prende il nome.

Negli anni 50, Saint-Tropez fu l’oggetto di tutte le cronache mondane facendo del villaggio, e a ancora tutt’oggi, un posto mitico. Il porto servi’ da sfondo a numerosi film francesi e ai loro celebri  protagonisti, come Brigitte Bardot o  Louis de Funes. Il porto fu anche una passerella per la splendida sfilata di moda Chanel, il cui stilista, Karl Lagerfeld era un assiduo frequentatore del villaggio. Il nostro porto ha sempre attirato le star del mondo intero, conquistate da questo gioiello del Mare Mediterraneo.

 

LA NUOVA CAPITAINERIA

La costruzione della nuova Capitaneria comincio’ nel 2015. Il porto ha bisogno di accogliere i suoi clienti in un ambiente all’altezza di un albergo cinque stelle. Questo nuovo edificio deve rappresentare lo spirito intrinseco del villaggio di Saint-Tropez, ossia la modernità e la tradizione in osmosi perfetta, cosi’ come il lusso e l’autenticità. Il nuovo edificio sembra essere una estensione della torre. L’interno della torre è stato rifatto per essere piu’ funzionale e piu’ accessibile ai clienti ; al primo piano si trova una nuovissima sala riunioni con una factastica vista porto e mare.

In parallelo, la nuova costruzione vicino alla torre, propone un architettura sobria ma moderna, con uffici luminosi per il personale del porto. Al primo piano si trova il vero fiore all’occhiello della Capitaneria : il Saint-Tropez Lounge Club, un club riservato ai membri in uno spazio studiato per i nostri clienti piu’ esigenti. Il luogo è unico nel suo genere e il setting è perfetto e idilliaco.  Ogni anno, il club è rinnovato e propone dei nuovi servizi ai suoi soci, sempre piu’ numerosi.

Nella costante ricerca della perfezione e influenzato dalla sua storia , il nostro porto ha sempre avuto una posizione di avanguardia, per l’innovazione e la rivalutazione delle strutture, senza dimenticare la sua azione per l’ecologia e lo sviluppo sostenibile. Ogni anno il porto, che fa parte del gruppo Porti Puliti (Ports Propres), investe in nuovi mezzi ecoresponsabili e propone delle campagne di sensibilizazione ai suoi utenti. Una delle prestaioni piu’ apprezzate è la scarica gratuita delle acque grigie e nere. Questo ed altri servizi, fanno parte di una lunga lista di azioni ecologiche che il porto tiene a continuare nel tempo, e cio’ senza importunare i suoi clienti.

 

Ref : Eric Vieux, Jean-Michel Pannacci, Fiona Sauze et Laurent Pavlidis (storico), responsabile del museo di Storia Navale della Citadella e dell’Association del  Patrimoinio.

 

I NOSTRI PARTNER